news ed eventi

back
14 gennaio 2020

L'esplosione cromatica di L.B.M.1911 conquista Pitti

L'autunno-inverno 20/21 di L.B.M.1911 colora il salone fiorentino della moda uomo: molteplici e inedite le tinte presentate sulle iconiche giacche, sia sui pezzi in velluto a coste a 250 o 500 righe, sia sui capi in cotone mouliné o sulle lane più rustiche. Grande successo per lo stand rinnovato, che valorizza il racconto dell'ispirazione British da cui prende vita la collezione.

Il brand mantovano per la stagione AI20-21 ci propone infatti un viaggio affascinante nell'Inghilterra che non ti aspetti, esplorando i lati inediti ed inaspettati di due città-simbolo in UK: Londra e Liverpool.

Londra diventa fonte di ispirazione con due quartieri diametralmente opposti eppure complementari:

- South Kensington, che si sta sempre più affermando come base per giovani professionisti, architetti e designer; culla dell’innovazione e della sperimentazione, rispecchia e concentra in sé il tema di collezione ribattezzato appunto LONDON ACTIVE. Intelligenza attiva, creatività spinta
ma a suo modo pulita e rigorosa, precisione, dinamismo, performance sono i valori core di quest’area e di questo tema. I capi – molti dei quali squisitamente tecnici e outerwear, ma non solo – sono declinati in una palette essenziale ma avveniristica composta da blu, nero, grigio e verde salvia.

- la celebre Brick Lane, in un quartiere storico che ha conosciuto anche lunghi periodi di degrado ma che ha saputo rinascere come territorio di ricchezza multiculturale ed artistica, con il suo
brulicare di mercatini vintage dalle inesauribili risorse, con l’energia ed il colore dei graffiti e dei neon, e la sua atmosfera speziata che racconta in modo inconfondibile la comunità indiana che da sempre ha eletto questa zona come la sua casa. Il tema BRICK LANE è ricco e multi sfaccettato e si dirama in due correnti riconducibili ad altrettante macchie di colore: da un lato i toni caldi del rosso, dall’altro le nuances del verde

Liverpool invece regala suggestioni diverse, che derivano rispettivamente dalla city e dal porto.

- In LIVERPOOL CITY ritroviamo i toni neutri e moderni degli edifici e gli algidi grafismi delle architetture pulite ma al contempo di grande sapore che caratterizzano le sue
strade. I colori-non-colori simbolo di questo tema sono il grigio, il marrone nelle sue tonalità più fredde e il nero – che insieme al bianco crea pattern raffinati e senza tempo.

- Il porto di Liverpool è per antonomasia luogo di scambi, di incontri, di passaggi. Quest’area ha vissuto in passato momenti di grandeur alternati a periodi di declino; oggi ferve di movimento e la
sua evoluzione racconta tutto il suo vissuto, nel recupero intelligente e nella valorizzazione di ciò che è stato, nel bene e nel male. Quest’apertura e questa capacità di arricchirsi ed arricchire connotano una mentalità aperta ed uno spirito cosmopolita, che si traduce in uno stile poliedrico ma ben riconoscibile, arricchito da accenti caldi e reminescenze industriali. Verde foresta, arancione e blu sono i colori emblematici del tema

Allure internazionale ed eleganza italiana, insomma, gli ingredienti della nuova stagione inaugurata con successo a Firenze.