news ed eventi

back
04 giugno 2014

Quando si dice "avere la stoffa": 80 le famiglie all'opera sotto la guida delle Artiste "A Scuola di Guggenheim"


“LA STOFFA DEL PITTORE” è il titolo della sfida creativa lanciata alle famiglie da Lubiam e A scuola di Guggenheim in occasione di Mantova Creativa 2014.
I laboratori per famiglie, dedicati ai bambini dai 5 anni in su accompagnati dai genitori, si sono svolti presso le Fruttiere di Palazzo Te e sono stati coordinati dalle artiste Giulia Filippi e Virginia Di Lazzaro insieme ad Elena Minarelli di A Scuola di Guggenheim.



Anche quest'anno le adesioni sono state numerose, e hanno superato i già positivi risultati delle edizioni 2012 e 2013: hanno infatti partecipato circa 80 famiglie, provenienti sia da Mantova e provincia che da altre città.
Guidati dalle artiste, bambini e genitori si sono messi in gioco con grande impegno ed entusiasmo.
Come nelle precedenti edizioni, la firma creativa è di A Scuola di Guggenheim, mentre la materia prima è rigorosamente “certificata” Lubiam; una parte delle Fruttiere, adiacente agli spazi della Mostra “CASA!”, è stata trasformata in un laboratorio, dove bimbi e genitori hanno realizzato le proprie creazioni, sperimentando tecniche di pittura.

I 4  appuntamenti hanno permesso ai ragazzi di lavorare insieme alle proprie famiglie, dando libero sfogo alla propria fantasia per produrre dei risultati sorprendenti ed originali. Gli elaborati realizzati durante i workshop sono poi stati conservati dai rispettivi piccoli autori.

I partecipanti ai laboratori “La stoffa del pittore” hanno esplorato il sistema della pittura su stoffa, sperimentando tecniche di stampa artigianali quali stencil e timbri per la creazione di un quadro, dove la trama e i disegni del tessuto stesso entrano nel dipinto come struttura dove si articola la composizione geometrica.
Il laboratorio ha presentato le poetiche e pratiche di alcuni artisti che hanno ricercato e lavorato sulla struttura geometrica del quadro e sull’interazione tra supporto in tessuto e disegno operato.
La prima parte del laboratorio consisteva in un viaggio, attraverso immagini scelte, quadri e tessuti "speciali" (tinti e/o sovratinti), dove è stata presentata la tecnica utilizzata per la realizzazione delle giacche tinto capo (settore nel quale Lubiam è leader).
Nella seconda parte, attraverso la realizzazione di forme scelte e l’utilizzo di stencil e timbri pre-ritagliati ogni partecipante si è cimentato nella creazione della sua personale composizione. Righe, quadri e incroci della fantasia del tessuto sono diventati la superficie su cui stampare e dipingere i quadri, studiando il disegno e progettando l’intervento in interazione con esso.


Un sentito ringraziamento a tutti i piccoli artisti e alle loro famiglie!